........attendi qualche secondo.

#adessonews ultime notizie, foto, video e approfondimenti su:

cronaca, politica, economia, regioni, mondo, sport, calcio, cultura e tecnologia.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

 

Bonus edilizi e lavori sotto i 10mila euro: cosa cambia #adessonews

Novità sui lavori legati ai bonus edilizi sotto i 10mila euro: non saranno più necessari il visto di conformità e l’asseverazione per le spese al di sotto di quella cifra.

Lo ha stabilito la legge di Bilancio 2022: l’obbligo del visto di conformità e dell’attestazione della congruità delle spese previsto per la cessione del credito o lo sconto in fattura non si applica per i bonus diversi dal superbonus alle opere già classificate come attività di edilizia libera e agli interventi di importo complessivo non superiore a 10 mila euro, eseguiti sulle singole unità immobiliari o sulle parti comuni dell’edificio.

Le faq dell’Agenzia delle Entrate chiariscono cosa cambia con la nuova norma  e come esercitare l’opzione per la cessione del credito in caso di interventi di edilizia libera e lavori sotto i 10 mila eseguiti nel 2021.

Bonus edilizi e lavori sotto i 10mila euro, la novità

Come riportano le faq dell’Agenzia delle Entrate: “Considerato che tale disposizione normativa entra in vigore il 1° gennaio 2022 si ritiene che la stessa trovi applicazione con riferimento alle comunicazioni di opzione per lo sconto in fattura o per la cessione del credito trasmesse all’Agenzia delle entrate a decorrere da tale data.

Ne deriva che per la spesa sostenuta, anche mediante lo sconto in fattura, il 1° dicembre 2021 per i sopra citati interventi agevolabili in edilizia libera o di importo complessivo non superiore a 10.000 euro (come detto, fatta eccezione per gli interventi ammessi al Bonus facciate), non ricorre l’obbligo del visto di conformità e dell’attestazione della congruità delle spese se la comunicazione di cessione è trasmessa all’Agenzia delle entrate a decorrere dal 1° gennaio 2022.”

Viene quindi limitato l’effetto del Decreto anti frodi, in vigore dal 12 novembre 2021 e confluito nel testo della legge di Bilancio 2022. A partire dal 1° gennaio, infatti, nel caso di opzione per lo sconto in fattura o la cessione del credito l’obbligo di visto di conformità o dell’asseverazione di congruità delle spese non si applica a interventi di importo inferiore a 10mila euro e in edilizia libera.

Bonus facciate, l’eccezione

Fa eccezione il bonus facciate: gli interventi rientranti nell’agevolazione non beneficiano della semplificazione. Per questo intervento, nel 2022 è prevista una proroga con una detrazione del 60% (invece del 90% valido fino all’anno scorso) con l’obbligo del “visto di conformità e di asseverazione anche in caso di spese di piccolo importo“.

Bonus edilizi, il nuovo modello

L’Agenzia delle entrate ha adeguato il modello per le comunicazioni e ora è di nuovo possibile il fai da te quando si tratta di cedere crediti fino a 10.000 euro, o spese di qualunque importo che rientrano tra gli interventi classificati come edilizia libera.

Cessione del credito, nuove date

Con l’approvazione del nuovo modello è arrivata anche una proroga dei termini per la comunicazione della cessione delle spese del 2021:

  • per le comunicazioni inviate fino al prossimo 16 febbraio sarà possibile un’ulteriore cessione oltre la prima, come stabilito dalle Entrate che ha preannunciato per questo una modifica al decreto;
  • ci sarà tempo fino al 7 aprile, tre settimane in più rispetto al termine ordinario del 16 marzo, per la cessione delle spese del 2021.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://quifinanza.it/soldi/bonus-edilizi-e-lavori-sotto-i-10mila-euro-cosa-cambia/602238/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

 
Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.