........attendi qualche secondo.

#adessonews ultime notizie, foto, video e approfondimenti su:

cronaca, politica, economia, regioni, mondo, sport, calcio, cultura e tecnologia.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

 

Chiedere una liberatoria finanziamento negato e ottenere un nuovo prestito #adessonews

Chiedere una liberatoria di un finanziamento negato è a volte un passaggio necessario dopo un recente rifiuto di prestito personale.

La sua funzione principale è quella di “liberare” il richiedente di un prestito rifiutato (o in attesa di esito) di modo che la pratica non risulti come pendente.

Vediamo insieme cos’è una liberatoria di un finanziamento negato, come e quando richiederla e cosa fare per ottenere un nuovo prestito.

Se avessi bisogno di aiuto, puoi rivolgerti ai servizi di consulenza 4Credit, completamente gratuiti e senza impegno. Contattaci:

Siamo operativi in tutta Italia: potrai fissare un appuntamento (anche direttamente al tuo domicilio) e discutere con i nostri esperti delle migliori soluzioni di prestito preparate sulla base delle tue necessità.

Cos’è una liberatoria?

La liberatoria di un finanziamento è il documento rilasciato al cliente, da parte della banca o della finanziaria, nel quale viene indicato che la richiesta di prestito presentata allo stesso istituto non ha avuto seguito.

Pertanto è una conferma di annullamento di una richiesta di finanziamento. Nella liberatoria può essere indicato lo stato della richiesta, quindi pratica non accettata o rinuncia da parte del cliente, o semplicemente se è stata archiviata.

Molti utenti ci chiedono “cosa fare con prestito rifiutato: chiedo la liberatoria?” o ancora “esiste un modulo richiesta liberatoria o un fac simile“?

In realtà al giorno d’oggi questo documento non è quasi più necessario.

Con 4Credit puoi ottenere un nuovo prestito anche senza fornirci la comunicazione del prestito appena negato. Richiedere un preventivo è semplice, puoi farlo compilando i dati presenti nel modulo di contatto

Un nostro consulente ti chiamerà entro le successive 24 ore per analizzare il tuo profilo e verificare le possibilità reali di soddisfare la tua richiesta di finanziamento.

Rivolgendoti a noi, la tua richiesta non sarà segnalata nelle banche dati creditizie, quindi non sarà inoltrata a Crif o Experian: la tua affidabilità creditizia non risulterà quindi pregiudicata.

Saremo noi a cercare per te le migliori soluzioni di finanziamento per il tuo profilo sulla base di:

  • tasso d’interesse
  • costi fissi
  • probabilità di ottenimento

Ti presenteremo, gratuitamente, diversi preventivi che potrai valutare autonomamente e senza alcun impegno.

Liberatoria finanziamento respinto: a cosa serve?

Perché la banca mi ha chiesto la liberatoria?

La liberatoria può essere richiesta da un istituto di credito quando, nella valutazione della delibera della tua pratica, deve appurare che non procedi contemporaneamente con più istituti.

Ogni società finanziaria o banca deve erogare prestiti nel rispetto di un indebitamento massimo del cliente, evitando pertanto un accumulo eccessivo di rate.

Sarà pertanto necessaria la lettera liberatoria se, visionando le banche dati creditizie, emergono recenti richieste presentate ad altri istituti.

Sono sempre meno le società finanziarie che richiedono al cliente questo documento, di seguito spieghiamo il perché.

Liberatoria finanziamento negato: quando serve?

A differenza di qualche anno fa, quando la figura del deliberante (cioè la figura incaricata a deliberare sulle richieste di finanziamento) giocava un ruolo fondamentale, oggi l’esito di una richiesta di prestito è subordinata ad un giudizio meccanico elaborato dai software della finanziaria.

Cosa significa? Se nel passato recente un gruppo di persone poteva determinare quale pratica doveva essere deliberata e quale no, oggi questo giudizio è espresso direttamente dai sistemi delle società finanziarie che, dopo aver interrogato le banche dati come Crif o Experian, approvano o respingono una richiesta di prestito personale.

La cerchia di istituti nei confronti dei quali la liberatoria di un finanziamento ha un’effettiva utilità, quindi, è molto ristretta. Per completezza, vediamo ugualmente come procedere.

Liberatoria di un finanziamento: come richiederla?

Di finanziarie ne esistono tante, come Fineco, Findomestic, Compass, Agos ed alte ancora. Ogni istituto ha le sue regole: alcune di queste possono anticipare questo documento via mail direttamente al cliente, contestualmente al rifiuto del finanziamento.

Ad esempio la finanziaria ABC decide che in presenza di altre richieste di finanziamento fatte negli ultimi 3 mesi, la nuova richiesta deve essere automaticamente respinta.

In questo caso non sarà mai richiesta la liberatoria della precedente richiesta di prestito, il sistema archivierà automaticamente la domanda di finanziamento, con esito non positivo.

Pertanto a tutti i commenti ricevuti nel nostro blog, esempio “come chiedere una liberatoria Compass” o “ho bisogno della liberatoria bancaria“ o “liberatoria prestito non concesso Fiditalia o Findomestic“, rispondiamo sempre che questo documento non ha valore eccetto il caso in cui sia proprio la nuova società erogante a richiederne copia.

Tempi per rilascio liberatoria finanziaria

L’emissione di questo documento è spesso automatica e viene consegnata insieme all’esito della richiesta di finanziamento. Per chi richiede un prestito online, la liberatoria viene in genere inoltrata via mail con la dicitura:

La presente email ha valore di liberatoria per prestito non concesso, nei
confronti di altre banche o istituti finanziari.

Se ti sei rivolto ad una filiale e non hai ricevuto un esito immediato contestuale alla tua richiesta, potrai inoltrare richiesta specifica per l’emissione della liberatoria.

Valentina, per esempio, ci aveva chiesto come ottenere la liberatoria finanziamento Agos; è stato sufficiente farne richiesta alla stessa agenzia a cui aveva chiesto il finanziamento ed in pochi minuti ha ottenuto ciò di cui aveva bisogno.

In un’altra esperienza un nostro cliente ci ha raccontato di aver ricevuto direttamente a domicilio una lettera liberatoria da parte della società a cui si era affidato (in quel caso si trattava di Santander).

Prestito rifiutato, posso chiederne un altro?

Ovviamente chi si vede rifiutare un prestito non vede risolto il proprio bisogno di liquidità. Il problema, come abbiamo detto, è che un rifiuto costituisce un grande ostacolo all’ottenimento di un prestito da un altro istituto.

In caso di prestito rifiutato o non concesso, infatti, gli istituti di credito inoltrano una segnalazione negativa ai sistemi di informazione creditizia. Questi registrano la segnalazione ricevuta nei propri database, disponibili per la consultazione da parte di altre banche o finanziarie.

Nella pratica, se la tua richiesta è stata respinta, tutti gli istituti che accederanno al database vedranno questa informazione e si comporteranno di conseguenza.

Di questo ne abbiamo parlato in un altro articolo: Prestito rifiutato: cosa fare?

Prestito rifiutato dopo quanto posso riprovare?

Se vuoi chiedere un nuovo prestito personale ad una banca o finanziaria diversa da quella che ha respinto la tua richiesta, dovrai:

  • richiedere la liberatoria (anche se non necessaria)
  • accertarti che alla precedente richiesta sia stato assegnato uno stato (respinta, ritirata, altro) e che non rimanga in stato di RICHIESTA. In quest’ultimo caso la richiesta di finanziamento rimarrebbe segnalata in banca dati 6 mesi, di conseguenza per questo periodo rischieresti di concatenare una serie di nuovi rifiuti
  • appurare che in banca dati la richiesta non sia più presente

Quando il finanziamento negato non sarà più visibile in banca dati, allora potrai presentare una nuova domanda di prestito personale. In caso contrario ogni nuova richiesta sarà respinta, andando a peggiorare ulteriormente la tua posizione in banca dati.

Considerati i tempi di cancellazione dati in Crif ed Experian, per accelerare i tempi, puoi richiedere un prestito personale tramite cessione del quinto o delega di pagamento.

Cosa fare se rifiutano un finanziamento?

Come ovviare a questa situazione? Rivolgendoti a un broker!

Affidati a 4Credit: le nostre richieste vengono inoltrate agli istituti sulla base del tuo profilo e non del tuo nominativo, pertanto non tengono conto di eventuali richieste recenti.

Indipendentemente dallo stato di quelle precedenti (respinte, approvate, in attesa di esito o altro), valutiamo positivamente ogni nuova richiesta di prestito. Questa possibilità è rivolta a dipendenti, assunti con contratto a tempo indeterminato, e pensionati.

Richiedi un preventivo gratuito, personalizzato e senza impegno per i migliori prestiti pensati su misura per te:

Cos’è una liberatoria di un finanziamento?

Si tratta di un documento che attesta l’intenzione del richiedente e della banca di non procedere con la richiesta di prestito o mutuo inoltrata, sia nel caso di esito negativo, sia nel caso in cui il richiedente non abbia più bisogno del finanziamento.

Quanto tempo deve passare per richiedere un altro finanziamento dopo un rifiuto?

I tempi di cancellazione sono 30 giorni dalla data di rifiuto ed in questo periodo è consigliato non attivare nuove richieste.

Quanto tempo serve per ottenere una liberatoria di un finanziamento?

Solitamente la liberatoria viene inoltrata al richiedente insieme all’esito della richiesta. In alternativa è possibile richiederla direttamente all’istituto e ottenerla in maniera immediata.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://4credit.it/blog-prestiti/chiedere-una-liberatoria-di-un-finanziamento-negato-per-fare-nuovo-prestito.html”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

 
Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.